La Panel richiama gli Stati Uniti per creare una "Asteroid Defence Agency"

Posted on gennaio 22, 2010

1



Un gruppo di scienziati statunitensi hanno affermato che il mondo dovrebbe organizzare al più presto una difesa in caso di collisione di un asteroide con la Terra.

Esistono un consistente numero di essi che si sovrappongono all’orbita terrestre (NEA). Milioni di essi sono in grado di causare ingenti danni alla Terra, incluso l’asteroide Apophis, che ha una remota possibilità di impatto nel 2029 e nel 2036.
La US National Research Council panel guidata da Irwin Shapiro dell’Harvard-Smithsonian Center per Astrofisici di Cambridge, (Massachusetts) ha pubblicato un report che é la migliore risposta sull’argomento asteroidi.
In questo rapporto si raccomanda di creare un corpo internazionale che dovrebbe essere preparato ad intervenire e difendere il
pianeta in caso venisse accertato l’impatto di un asteroide.
Il corpo internazionale dovrebbe essere composto da un numero rappresentativo di nazioni che vogliono investire per la preparazione in caso di collisione dannosa.
Se un asteroide pericoloso venisse scoperto lontano e in anticipo, il gruppo dovrebbe organizzare una missione spaziale per deviarlo. “E’ l’unico disastro naturale che noi possiamo attualmente prevenire” ha detto Shapiro.
Il rapporto dice anche:
Gli osservatori sono incapaci di trovare il 90% dei NEA che hanno 140 metri e piu fino al 2020, un obbiettivo posto dal Congresso Statunitense nel 2005.
Lanciando un potente telescopio spaziale, cacciatore di asteroidi, si potrebbe raggiungere l’obbiettivo entro il 2022, ma il costo supererebbe il miliardo di dollari.
Le osservazioni radar fatte dai giganti radiotelescopi di Arecibo e Porto Rico permettono di trovare le traiettorie e determinare la probabilità di impatto dei NEA molto precisamente, ma i loro costi riducono il successo di individuazione, servirebbero infatti ogni anno circa 2,5 milioni di dollari.
Gli Stati Uniti dovrebbero iniziare a cercare un programma per sviluppare la tecnologia di deviazione e approfondire gli effetti dell’impatto come gli tsunami.
Shapiro dice che i politici non hanno risposto a questo rapporto, che era stato richiesto dal Congresso statunitense nel 2008.
Gli ultimi dati del 2009 dicono che ancora pericolosi asteroidi sono da scoprire.
Il Congresso ha anche chiamato l’Office of Science and Technology Policy statunitense, per l’ottobre del 2010, con laNASA o il Department of Defense, a guidare gli Stati Uniti a tracciare gli asteroidi pericolosi e sviluppare tecnologie di deviazione.
traduzione a cura di Arthur McPaul
link:
Annunci
Posted in: Uncategorized