Le meraviglie di WISE

Posted on febbraio 18, 2010

4



La NASA ci mostra ancora una volta le strepitose potenzialita del suo ultimo gioiello
Il telescopio ad infrarossi WISE, dal 14 gennaio 2010 continua a scandagliare il cielo all’infrarosso  e ha già inviato a terra un milione di immagini grezze.
Dalla moltitudine di dati, gli scienziati hanno già verificato la presenza di due nuovi oggetti: un “Near’s Earth Object” 2010 AB78 e una cometa B2 P/2010 (WISE), oggetti scarsamente luminosi che altrimenti non sarebbero mai stati avvistati. 
La NASA, ha pubblicato qui, le meravigliose immagini di alcuni oggetti conosciuti,  che dimnostrano ancora una volta le sue strepitose potenzialità:
 
Questa immagine raffigura la celebre galassia di Andromeda, ripresa agli infrarossi con 12 micron nell’arancione e 22 micron nel rosso. La galassia conosciuta anche come M31, è distante 2,5 milioni di anni luce e ci mostra tutta la spettacolare forma a spirale.
Questa fotografia di Andromeda, ripresa nel blu a 4,4 micron, mostra la popolazione di stelle più vecchie e nella parte sinistra in alto, la collisione con un’altra galassia.
Nella foto in alto all’articolo, è mostrata sempre la galassia di Andromeda, ma in tutta la banda di colori infrarossi (3.4 e 4.6-micron nel blu; 12-micron nel verde e 22-micron nel rosso). La foto occupa una superfice visuale paragonabile a quella di 100 lune piene o cinque gradi nel cielo.
Nelle tre foto si possono osservare chiaramente le galassie compagne, M32 (in alto a sinistra, vicino al centro galattico) e M101 in basso.
In questa immagine strepitosa, WISE ha immortalato la cometa C/2007 Q3, scoperta nel 2007 da osservazioni in Australia e conosciuta anche come “Siding Spring“. Il 7 ottobre 2009 ha raggiuinto la minima distana dalla Terra a 1,2 UA e la foto è stata utilizzata per la calibrazione dei sensori di WISE il 10 gennaio 2010.
La cometa ora si sta allontanado dal Sole e mostra ancora una evidente coda di detriti.
L’immagine dell’ammasso di gas e stelle nascenti, chiamato NGC 3603, ripreso da WISE, integra le foto già effettuate dal telescopio spaziale Hubble. In particolare, WISE mostra le emissioni agli infrarossi delle giovani stelle in formazione, che Hubble non poteva riprendere. La foto realizzata è 2,500 volte più dettagliata di quella dell’Hubble.

Infine, questo ammasso di galassia, in cui domina al centro l’oggetto NGC 1399, una galassia sferoidale in cui vengono mostrate le stelle più vecchie riprese nel blu, mentre in basso a desdra osserviamo la bellissima galassia a spirale NGC 1365.
Abbiamo finalmente potuto osservare le strepitose capacità di WISE su oggetti differenti. 
Come previsto, la NASA, sta proponendo un tour fotografico e promozionale di WISE e presto, avremo sicuramente anche le foto all’infrarosso della prima nana bruna e forse chissa di Planet X.
E’ solo questione di settimane.

Arthur McPaul 

Annunci