Cassini mostra Prometeo in 3d [ita-eng]

Posted on febbraio 19, 2010

0



Prometeo in tre dimensioni, nell’incontro ravvicinato della sonda Cassini. Image credit: NASA / JPL / Space Science Institute
E’ apparsa come la balena bianca Moby Dick del capitano Achab, la luna di Saturno Prometeo, nell’immagine 3-D della sonda spaziale Cassini. L’immagine mostra chiaramente la forma irregolare e le cicatrici circolari della superficie che ne indicano a una storia violenta. Questi crateri sono probabilmente i resti di impatti avvenuti milioni di anni fa con meteoriti.

Prometeo è una delle lune di Saturno più interne. Orbita intorno al gigante gassoso ad una distanza di circa 140000 km (86.000 miglia) ed è largo 86 chilometri (53 miglia) nel suo punto più ampio. Il poroso mondo ghiacciato è stato originariamente scoperto nelle immagini della celeberrima Voyager 1 della NASA nel randez-vous del 1980.

Cassini aveva catturato con la camera ad angolo stretto due immagini in bianco e nero di Prometeo il 26 dicembre 2009, che poi il team di Cassini ha combinato tra loro per rendere questa nuova visione stereo. Sembra diverso da quello ottenuto il 27 gennaio, perché questo punto di vista mostra uno dei lati corti della luna dalla forma strana. In questa immagine 3-D, il Sole illumina Prometeo, con un angolo diverso, rendendo il corpo allungato.


(immagine di Prometeo scattata dalla sonda Cassini il 27 gennaio 2010)
La Sonda Cassini aveva catturato il raro e spettacolare fenomeno del passaggio del satellite Prometeo in prossimità dell’anello F che viene perturbato. L’effetto è quello di un surfista che cavalca un’onda gigantesca lasciando un’importante scia.

Cassini è la missione forse più spettacolare mai lanciata nel Sistema Solare dalla NASA. La Equinox Mission, prolungata fino al 2017 riuscirà sicuramente a svelare altre meraviglie del sistema di Saturno.

a cura di Arthur McPaul

Link: http://www.jpl.nasa.gov/news/news.cfm?release=2010-057

English:
February 19, 2010

Like the battered white whale Moby Dick taunting Captain Ahab, Saturn’s moon Prometheus surges toward the viewer in a 3-D image from NASA’s Cassini spacecraft.

The image exposes the irregular shape and circular surface scars on Prometheus, pointing to a violent history. These craters are probably the remnants from impacts long ago.

Prometheus is one of Saturn’s innermost moons. It orbits the gas-giant at a distance of about 140,000 kilometers (86,000 miles) and is 86 kilometers (53 miles) across at its widest point. The porous, icy world was originally discovered in images taken by NASA’s Voyager 1 spacecraft back in 1980.

Cassini’s narrow-angle camera captured two black-and-white images of the moon on Dec. 26, 2009, and the imaging team combined the images to make this new stereo view. It looks different from the “egg-cellent” raw image of Prometheus obtained on Jan. 27 because that view shows one of the short ends of the oddly shaped moon. In this 3-D image, the sun illuminates Prometheus at a different angle, making the moon’s elongated body visible.

The Cassini Equinox Mission is a joint United States and European endeavor. The Jet Propulsion Laboratory, a division of the California Institute of Technology in Pasadena, manages the mission for NASA’s Science Mission Directorate, Washington, D.C. The Cassini orbiter was designed, developed and assembled at JPL. For more information about the Cassini Equinox Mission visit: http://www.nasa.gov/cassini and http://saturn.jpl.nasa.gov.

Annunci