Nuova binaria: Eta Cancri ha una compagna nana

Posted on febbraio 19, 2010

0



Una coppia binaria di stelle rosse, una gigante, l’altra nana, è stata scoperta da una collaborazione tra astrofisici presso l’Università di Hertfordshire e la Chinese Academy of Sciences.

19 febbraio 2010
La scoperta, dovrebbe essere pubblicata nella Monthly Notices della Royal Astronomical Society entro questo mese. I ricercatori hanno identificato una compagna ultra fredda della luminosa stella gigante rossa Eta Cancri, utilizzando il telescopio a infrarossi del Regno Unito nelle Hawaii e lo Sloan Digital Sky Survey in New Mexico.

Le stelle nane ultra fredde sono oggetti simili, ma con temperature superficiali molto più fredde delle stelle normali – meno di 2000 gradi se confrontare con la temperatura del Sole di circa 6000 gradi. Esotiche nubi polverose condensano le temperature delle ultra fredde, portando ad oggetti che sono ibridi con le caratteristiche di stelle e pianeti giganti come Giove.

Le giganti rosse sono stelle molto più grandi e più massicce e si stanno evolvendo verso la fine della loro vita (il nostro Sole diventerà una gigante rossa in circa 5 miliardi di anni). Ma mentre ciò accade, esse possono rivelare informazioni sulla loro età e composizione chimica. Il nuovo siatema binario sta fornendo un esempio per testare la nostra comprensione. Entrambi i membri hanno un’origine comune, e gli studi approfonditi sulla stella gigante hanno rivelato l’età e la composizione chimica della compagna ultra fredda di Eta Cancri B.

La scoperta era stata fatta in precedenza da ZengHua Zhang, ricercatore presso l’Osservatorio dello Yunnan dell’Accademia cinese delle Scienze e ora grazie allo studio per il dottorato di ricerca con il dottor David Pinfield presso l’Università di Hertfordshire Centre for Astrophysics di ricerca.
Zhang ZengHua ha detto che “La collaborazione con gli esperti d’oltremare è molto importante per noi, ed è per questo che sono venuto a fare il mio dottorato di ricerca presso l’Università di Hertfordshire.”

Nell’infrarosso, con l’Infrared UKIRT Deep Sky Survey montato sul telescopio a infrarossi del Regno Unito in Hawaii ha rilevato la luce calda di Eta Cancri B. E in ottica (in cui l’occhio umano è sensibile), la “Sloan Digital Sky Survey” ne ha misurato il sua caratteristico colore rosso.

“Il potere di queste indagini su larga scala del cielo sta portando a molte affascinanti scoperte a bassa temperatura, in precedenza al di là della nostra portata”, ha detto il Dott. Pinfield. “E’ come cercare gli aghi in un pagliaio, ma trovare stelle rare come l’ETA Cancri B fornisce un esempio per la comprensione delle atmosfere complesse di pianeti e stelle super fredde vicino a stelle più grandi come il Sole.”

Il team sta facendo ulteriori studi di questa coppia di binarie utilizzando alcuni dei telescopi più grandi del mondo, per esplorare a fondo lequalità, per la definizione di un sistema di riferimento. 


English:

The discovery, which is due to be published in the Monthly Notices of the Royal Astronomical Society later this month reports that the researchers have identified an ultra-cool companion to the bright red giant star Eta Cancri, using the UK Infrared Telescope in Hawaii and the Sloan Digital Sky Survey in New Mexico.
Ultra-cool dwarfs are star-like objects, but with surface temperatures much cooler than normal stars — less than 2000 degrees (compare this to the Sun’s temperature of about 6000 degrees). Exotic dusty clouds condense out at such ultra-cool temperatures, leading to objects that are hybrid in nature — with characteristics of both stars and giant planets like Jupiter.
Red giant stars are much bigger and more massive, and are evolving towards the end of their life (our Sun will become a red giant in about 5 billion years). But as they evolve towards their demise they can reveal information about their age and chemical composition.
Against the backdrop of unknown ultra-cool cloudy physics, the new binary is providing a beacon to test our understanding. Both members will have a shared history and origin, and the team’s detailed studies of the giant star have been able to reveal the age and chemical composition of the ultra-cool companion Eta Cancri B.
The discovery was made by ZengHua Zhang, a researcher previously at the Yunnan Observatory of The Chinese Academy of Sciences and now studying for his PhD with Dr David Pinfield at the University of Hertfordshire Centre for Astrophysics Research.
“China sees it as crucial to pursue excellence in cutting edge astrophysics as part of its fast growing research enterprise” said ZengHua Zhang. “Collaboration with overseas experts is very important to us, and that is why I have come to do my PhD in the University of Hertfordshire.”
In the infrared, the “UKIRT Infrared Deep Sky Survey” on the UK Infrared Telescope in Hawaii detected the warm glow of Eta Cancri B. And in the optical (where the human eye is sensitive) the “Sloan Digital Sky Survey” measured its characteristic red colour.
“The power of these large scale sky surveys is yielding many fascinating low temperature discoveries, previously beyond our reach,” said Dr. Pinfield. “You have to search for needles in a haystack, but rare finds like Eta Cancri B provide a guiding light for our understanding of the complex atmospheres that enrobe the Sun’s coolest neighbours as well as warm giant planets.”
The team is making further studies of this crucial binary pair using some of the world’s largest telescopes, to fully explore it’s qualities as a defining benchmark system.
Annunci