L’estinzione di massa del Cretaceo fu causata da un asteroide

Posted on marzo 5, 2010

0



Una revisione completa di tutte le prove disponibili, pubblicata su Science afferma che l’estinzione di massa del Cretaceo-Terziario, che spazzò via i dinosauri e più della metà delle specie sulla Terra, fu causata dalla collisione di un asteroide e non dalla massiccia attività vulcanica.

Un gruppo di 41 esperti internazionali, tra cui ricercatori britannici dell’Imperial College di Londra, dell’Università di Cambridge, dell’University College di Londra e della Open University, hanno riesaminato 20 anni di studi per determinare la causa dell’estinzione di massa del Cretaceo-Terziario (KT) , verificatasi circa 65 milioni di anni fa. L’estinzione ha spazzato via oltre la metà di tutte le specie del pianeta, tra cui i dinosauri, gli uccelli pterosauri e i grandi rettili marini, aprendo la strada ai mammiferi a diventare la specie dominante sulla Terra.
Il nuovo articolo dimostra che l’estinzione è stata causata dall’impatto di un massiccio asteroide a Chicxulub (pronunciato chick-shoo-loob) in Messico. L’asteroide, di circa 15 chilometri di diametro, si suppone che abbia colpito la Terra con una forza di un miliardo di volte più potente della bomba atomica su Hiroshima. Avrebbe fatto saltare il materiale ad alta velocità nell’atmosfera, innescando una catena di eventi che hanno causato un inverno a livello mondiale, spazzando via gran parte della vita sulla Terra nel giro di pochi giorni.
Gli scienziati hanno affermato in precedenza che l’estinzione potesse essere stata causata dall’asteroide o dall’attività vulcanica nelle Deccan Traps in India, dove ci furono una serie di super eruzioni vulcaniche, che durarono circa 1,5 milioni di anni. Queste eruzioni espulsero 1.100.000 km3 di lava basaltica in tutte le Deccan Traps, che sarebbe stata sufficiente a riempire il Mar Nero per due volte e si pensava anche che causato un raffreddamento del clima e delle piogge acide su scala globale.
Nel nuovo studio, gli scienziati hanno analizzato gli studi di paleontologi, geochimici, modellatori climatici, geofisici e sedimentologi che avevano raccolto le prove sull’estinzione KT negli ultimi 20 anni. I risultati geologici dimostrano che l’evento che ha attivato l’estinzione, ha anche distrutto gli ecosistemi marini e terrestri rapidamente, e che l’impatto dell’asteroide di Chicxulub è l’unica spiegazione plausibile.
Nonostante le prove di vulcanesimo attivo nelle Deccan Traps, gli ecosistemi marini e terrestri hanno mostrato solo lievi modifiche entro i 500000 anni prima del tempo di estinzione KT. Inoltre, i modelli al computer e i dati osservativi suggeriscono che il rilascio di gas come lo zolfo, in atmosfera dopo ogni eruzione vulcanica delle Deccan Traps avrebbe avuto un effetto di breve durata sul pianeta. Questi non avrebbero potuto provocare un danno sufficiente a creare una rapida estinzione di massa di specie terrestri e marine.
Joanna Morgan, co-autore dell’articolo dal Dipartimento di Scienze della Terra e di Ingegneria presso l’Imperial College di Londra, ha dichiarato: “Ora abbiamo siamo certi che un asteroide sia stato la causa dell’estinzione KT. Questo evento innescò incendi su vasta scala, terremoti maggiori di 10 gradi della scala Richter, e smottamenti continentali, che hanno creato numerosi tsunami. Tuttavia, l’ultimo chiodo nella bara per i dinosauri è accaduto quando è stato fatto saltare il materiale espulso ad alta velocità nell’atmosfera. Questo avvolse il pianeta nelle tenebre e provocò un inverno globale, uccidendo molte specie che non riuscirono ad adattarsi a questo ambiente infernale. “
Dr. Gareth Collins, Natural Environment Research Council Fellow e un altro co-autore del Dipartimento di Scienze della Terra e di Ingegneria presso l’Imperial College di Londra, ha aggiunto: “L’asteroide è stato all’incirca delle dimensioni dell ‘isola di Wight e ha colpito la Terra alla velocità venti volte maggiore di quella di un proiettile. L’esplosione di roccia calda e di gas sarebbe stata vista come come una enorme palla di fuoco all’orizzonte, che ha bruciato ogni creatura vivente, nelle immediate vicinanze. Ironia della sorte, mentre questa giornata infernale segnò la fine dei 160 milioni anni di regno dei dinosauri, si rivelò essere un grande giorno per i mammiferi, che avevano vissuto all’ombra dei dinosauri prima di questo evento. L’estinzione KT è stato un momento cruciale nella storia della Terra, che in ultima analisi, ha spianato la strada per gli esseri umani a diventare la specie dominante.”
L’articolo, ha setacciato gli studi passati per analizzare le prove che collegavano l’impatto di asteroidi e le attività vulcanica, con l’estinzione KT. Una prova chiave è stata l’abbondanza di iridio nei campioni geologici di tutto il mondo a partire dal momento dell’estinzione. L’Iridium è molto raro nella crosta terrestre e molto comune negli asteroidi. Subito dopo lo strato di iridio, vi è un drammatico declino nell’abbondanza di fossili e di specie, indicando che l’estinzione KT è avvenuta subito dopo l’impatto dell’asteroide.
Un altro collegamento diretto tra l’impatto dell’asteroide e l’estinzione di massa, lo fornisce la presenza di quarzo scioccato. Il Quarzo è “scioccato” quando è colpito molto rapidamente da una massiccia forza, ma questi minerali si trovano solo in siti dove sono avvenute esplosioni nucleari o impatti meteorici.

Il team afferma che l’abbondanza di quarzo da shock negli strati di roccia in tutto il mondo in coincidenza dell’estinzione KT, fornisce un’ulteriore prova alle loro conclusioni, che cioè l’impatto di enorme meteorite sia avvenuto al momento dell’estinzione di massa. Gli studiosi sono stati in grado di confutare gli studi precedenti che suggerivano che l’impatto si fosse verificato a Chicxulub circa 300000 anni prima dell’estinzione KT. Secondo loro, i precedenti studi avevano male interpretato i dati geologici che furono raccolti nei pressi del sito da impatto di Chicxulub. Ciò accadde perché le rocce vicino alla zona d’urto subirono complessi processi geologici dopo la collisione dell’asteroide, che resero difficile interpretare correttamente i dati di analisi.

adattamento a cura di Arthur McPaul

————————————————————————————————————-

English The Cretaceous-Tertiary mass extinction, which wiped out the dinosaurs and more than half of species on Earth, was caused by an asteroid colliding with Earth and not massive volcanic activity, according to a comprehensive review of all the available evidence, published in the journal Science.

A panel of 41 international experts, including UK researchers from Imperial College London, the University of Cambridge, University College London and the Open University, reviewed 20 years’ worth of research to determine the cause of the Cretaceous-Tertiary (KT) extinction, which happened around 65 million years ago. The extinction wiped out more than half of all species on the planet, including the dinosaurs, bird-like pterosaurs and large marine reptiles, clearing the way for mammals to become the dominant species on Earth.
The new review of the evidence shows that the extinction was caused by a massive asteroid slamming into Earth at Chicxulub (pronounced chick-shoo-loob) in Mexico.
The asteroid, which was around 15 kilometres wide, is believed to have hit Earth with a force one billion times more powerful than the atomic bomb at Hiroshima. It would have blasted material at high velocity into the atmosphere, triggering a chain of events that caused a global winter, wiping out much of life on Earth in a matter of days. Scientists have previously argued about whether the extinction was caused by the asteroid or by volcanic activity in the Deccan Traps in India, where there were a series of super volcanic eruptions that lasted approximately 1.5 million years. These eruptions spewed 1,100,000 km3 of basalt lava across the Deccan Traps, which would have been enough to fill the Black Sea twice, and were thought to have caused a cooling of the atmosphere and acid rain on a global scale.
In the new study, scientists analysed the work of palaeontologists, geochemists, climate modellers, geophysicists and sedimentologists who have been collecting evidence about the KT extinction over the last 20 years. Geological records show that the event that triggered the extinction destroyed marine and land ecosystems rapidly, according to the researchers, who conclude that the Chicxulub asteroid impact is the only plausible explanation for this.
Despite evidence for relatively active volcanism in Deccan Traps at the time, marine and land ecosystems showed only minor changes within the 500,000 years before the time of the KT extinction. Furthermore, computer models and observational data suggest that the release of gases such as sulphur into the atmosphere after each volcanic eruption in the Deccan Traps would have had a short lived effect on the planet. These would not cause enough damage to create a rapid mass extinction of land and marine species.
Dr Joanna Morgan, co-author of the review from the Department of Earth Science and Engineering at Imperial College London, said: “We now have great confidence that an asteroid was the cause of the KT extinction. This triggered large-scale fires, earthquakes measuring more than 10 on the Richter scale, and continental landslides, which created tsunamis. However, the final nail in the coffin for the dinosaurs happened when blasted material was ejected at high velocity into the atmosphere. This shrouded the planet in darkness and caused a global winter, killing off many species that couldn’t adapt to this hellish environment.”
Dr Gareth Collins, Natural Environment Research Council Fellow and another co-author from the Department of Earth Science and Engineering at Imperial College London, added: “The asteroid was about the size of the Isle of Wight and hit Earth 20 times faster than a speeding bullet. The explosion of hot rock and gas would have looked like a huge ball of fire on the horizon, grilling any living creature in the immediate vicinity that couldn’t find shelter. Ironically, while this hellish day signalled the end of the 160 million year reign of the dinosaurs, it turned out to be a great day for mammals, who had lived in the shadow of the dinosaurs prior to this event. The KT extinction was a pivotal moment in Earth’s history, which ultimately paved the way for humans to become the dominant species on Earth.”
In the review, the panel sifted through past studies to analyse the evidence that linked the asteroid impact and volcanic activity with the KT extinction. One key piece of evidence was the abundance of iridium in geological samples around the world from the time of the extinction. Iridium is very rare in Earth’s crust and very common in asteroids. Immediately after the iridium layer, there is a dramatic decline in fossil abundance and species, indicating that the KT extinction followed very soon after the asteroid hit.
Another direct link between the asteroid impact and the extinction is evidence of ‘shocked’ quartz in geological records. Quartz is shocked when hit very quickly by a massive force and these minerals are only found at nuclear explosion sites and at meteorite impacts sites. The team say that an abundance of shocked quartz in rock layers all around the world at the KT boundary lends further weight to their conclusions that a massive meteorite impact happened at the time of the mass extinction.
The panel was able to discount previous studies that suggested that the Chicxulub impact occurred 300,000 years prior to the KT extinction. The researchers say that these studies had misinterpreted geological data that was gathered close to the Chicxulub impact site. This is because the rocks close to the impact zone underwent complex geological processes after the initial asteroid collision, which made it difficult to interpret the data correctly.

Fonte: http://www.sciencedaily.com/releases/2010/03/100304142242.htm

Annunci