Forme di vita tra gli idrocarburi. Vita anche su Titano?

Posted on aprile 19, 2010

0



Gli scienziati sono riusciti a trovare vita in un lago di idrocarburi, che è probabilmente la cosa più vicina ai laghi di idrocarburi che possiamo trovare su Titano. Il lago Pitch Lake, è un lago estremamente velenoso, molto male odorante e infernale, che si trova nell’isola caraibica di Trinidad e Tobago. Il lago è pieno di asfalto bollente, che ribolle di vari gas di idrocarburi velenosi, insieme a tanto diossido di carbonio. L’acqua è scarsissima qui, è sicuramente è molto al di sotto dei livelli che normalmente sono considerati utili per qualsiasi forma di vita.
Queste condizioni aliene hanno fatto di Pitch Lake un luogo di straordinario interesse per gli astrobiologi.Tutti si sono sempre chiesti se,date le somiglianze con Titano,potrebbero mai vivere delle forme di vita. Oggi, Dirk Schulze-Makuch della Washington State University,insieme ad alcuni compagni, sono riusciti a dare una risposta.E che risposta: Hanno scoperto che non solo c’è vita nel Pitch Lake, ma è abbondantissima. Ogni gramo di asfalto sciolto bollente, contiene più di 10^7 cellule viventi.

(lago Pitch Lake dal satellite)

Questi esseri sono diversi da qualsiasi cosa che normalmente possiamo vedere da altre parti sulla Terra. Le analisi delle sequenze genetiche hanno mostrato che queste creature sono organismi unicellulari simili ai archeobatteri. Si nutrono e vivono in un ambiente privo di ossigeno,con pochissima acqua, mangiando idrocarburi, e respirando metalli.
Questa è la prima volta che vengono scoperti esseri viventi in laghi di idrocarburi sulla superficie della Terra, ma non è la prima volta che vengono scoperti in ambienti per certi versi simili. Tempo fa furono trovati anche in alcuni campioni di di idrocarburi presi da pozzi di petrolio suboceanici. Il che è un altro fattore di grande interesse. Esattamente come fanno i batteri a nutrirsi dei depositi di petrolio non è ben capito. Una maggiore conoscenza potrebbe portare a grossi miglioramenti per i futuri strumenti con cui cercare la vita in altri posti, cosi come servirà sicuramente anche per una migliore bonifica batterica. Comunque l’implicazione più eccitante in questo è la scoperta della possibilità della vita su Titano. C’è un senso crescente che Titano potrebbe avere tutti gli ingredienti per la vita: squilibrio termodinamico, abbondanza di molecole contenenti carbonio, e un ambiente fluido.
(lago su Titano di idrocarburi ripreso dalla sonda Cassini – credit NASA)
Inoltre ci sono anche prove a sostengo del fatto che l’acqua liquida potrebbe non essere poi cosi importante come tutti hanno pensato. Schulze-Makuch e compagni puntano il dito verso recenti scoperte che alcuni microorganismi possono farsi da soli l’acqua “masticando” diversi idrocarburi. Comunque non è ancora chiaro di quanta acqua hanno bisogno i batteri di Pitch Lake. Anche se il contenuto di acqua nel lago è bassissimo, è possibile che i batteri siano presenti soltanto nei posti dove l’acqua è più consistente, come succede con le colonie di microorganismi presenti nei laghi ghiacciati o nei ghiacciai. Insomma serve più lavoro e ricerca prima di avere certezze.
Ad ogni modo, questa è una scoperta davvero eccitante, e ulteriori studi di questi straordinari residenti del Pitch Lake getteranno nuova luce su queste questioni. Come dicono Schulze-Makuch e co.: ”La nostra ricerca è un punto di inizio nell’inchiesta riguardo ai limiti della vita in un contesto di una matrice di idrocarburi, e se i laghi di idrocarburi di Titano possano sostenere la vita.”
 
Fonti:
Link2universe
http://arxiv.org/abs/1004.2047
http://arxiv.org/ftp/arxiv/papers/1004/1004.2047.pdf
Annunci