Hyperion scopre la vita extraterrestre (sulla Terra)

Posted on maggio 3, 2010

2



Le prove tanto attese della presenza di vita extraterrestre sembrano finalmente essere giunte, ma a sopresa, giungono non da uno dei satelliti di Giove o Saturno o da Marte, ma bensì dalla Terra, in uno dei luoghi più inospitali esistenti. [Immagine: (in alto) il fiordo Borup Pass sull’isola di Ellesmere nel Canada Artico. La foto in basso, fatta da un elicottero, rivela una macchia di zolfo quasi sicuramente causata dalla vita batterica. Un sensore sul satellite agli infrarossi è stato in grado di raggiungere la stessa conclusione, fornendo un metodo per determinare la vita su questo pianeta, o su un altro mondo, da un satellite orbitante. Le immagini sono state rilasciate il primo maggio 2010. Credit: NASA / Earth Observatory]
In un paio di immagini pubblicate il 1 maggio dalla NASA dal satellite EO-1 e da un elicottero, i ricercatori della NASA hanno esposto la loro analisi su di un ghiacciaio intagliato a valle che ha delle caratteristiche uniche come nessun altro su Terra. L’area nell’Artico canadese della Ellesmere Island, si chiama Borup Fiord Pass. Essa è l’unico posto conosciuto sul nostro pianeta in cui esiste una sorgente naturale di zolfo depositato sul ghiaccio. Lo zolfo lascia una macchia di colore giallo pallido il ghiaccio e gli scienziati dicono che è un chiaro segno di attività biologica. La macchia di zolfo, chiaramente visibile nell’immagine elicottero, non è visibile dalla fotografia satellitare regolari. Ma un altro sensore sul satellite, chiamato Hyperion, che effettua misurazioni a lunghezze d’onda infrarossa, è riuscito a mappare la posizione dei depositi di zolfo scoprendo chiari segni di vita dallo spazio. 
Questa scoperta potrà aiutare gli scienziati a trovare la vita altrove nel Sistema Solare, secondo un comunicato della NASA. 
In primavera a Borup Pass, l’idrogeno e i gas solforosi dell’acqua vengono convertiti in zolfo, il materiale più comune nel deposito, o in gesso. Il processo è complesso, ma prevalentemente si verifica quando microbi, come i batteri, sono presenti.

Sulla luna di Giove, Europa, gli scienziati hanno trovato macchie scure sul ghiaccio che potrebbe essere causata da un processo simile. Europa è coperto da un guscio di ghiaccio d’acqua che dovrebbe nascondere un oceano di acqua liquida al di sotto. L’acqua liquida è un ingrediente fondamentale per la vita come noi la conosciamo. Ora la NASA grazie a questa scoperta di Borup Pass, potrebbe determinare se su Europa le macchie sono state create dalla vita.

“Un sensore in orbita come Hyperion potrebbero essere utilizzato per individuare i prodotti chimici in Europa sui depositi di ghiaccio come segno di vita extraterrestre microbica”, affermano la NASA.

Annunci