Marte: La NASA approva la missione MAVEN del 2013

Posted on ottobre 6, 2010

0



</div

La Nasa ha approvato lo sviluppo e il lancio del Mars Atmosphere and Volatil Evolution (MAVEN) nel 2013.

Indizi sulla superficie di Marte, come i caratteristici letti di fiumi asciutti e i minerali che si formano solo in presenza di acqua allo stato liquido, suggeriscono che Marte un tempo aveva un atmosfera più densa e che ha sostenuto la presenza di acqua liquida sulla superficie. Come parte di un drammatico cambiamento climatico, la maggior parte dell’atmosfera è stata persa. MAVEN renderà definitive le misurazioni scientifiche sulla perdita atmosferica e offrirà una panoramica sulla storia del pianeta rosso.

Michael Luther, a nome del Dr. Ed Weiler, del quartier generale del NASA Science Mission Directorate ha guidato un gruppo di revisione per la conferma dei piani dettagliati, lo strumento, il bilancio e il fattore di rischio per il veicolo spaziale.

“Una migliore comprensione dell’alta atmosfera e il ruolo che la fuga verso lo spazio ha giocato, è necessaria per colmare un buco importante nella nostra comprensione di Marte. Siamo davvero entusiasti di avere l’opportunità di rispondere a queste domande fondamentali della scienza”, ha detto Principal MAVEN Jakosky Investigator Dr. Bruce del Laboratorio di Fisica dell’Atmosfera e dello Spazio presso l’Università del Colorado (CU-LASP) a Boulder.

“Il team ha soddisfatto ogni tappa importante dopo la selezione di due anni fa”, ha detto MAVEN Project Manager David Mitchell della NASA Goddard Space Flight Center, Greenbelt, Md “Guardando avanti, siamo ben posizionati per la spinta successiva alla revisione critica del progetto in luglio 2011. In soli tre anni, saremo in direzione per Marte!”.

Il riesame di conferma, formalmente conosciuto come “La chiave della decisione del punto C” ha autorizzato la continuazione del progetto in fase di sviluppo e ha impostato il suo costo e il calendario. La prossima tappa della missione principale, la revisione critica del progetto, esaminerà le modalità di progettazione del sistema Maven.

Dopo una revisione critica del progetto, il team si riunirà per il veicolo spaziale e i suoi strumenti.

“Questo progetto è un complemento essenziale per le missioni del passato, del presente e quelle future su Marte”, ha affermato Michael Meyer, Scienziato del NASA Mars Exploration Program di Washington.
“MAVEN ci porta un passo più vicino a conoscere l’evoluzione del pianeta”.

Il NASA Goddard gestirà il progetto, che costerà 438 milioni dollari escludendo il veicolo di lancio e costruirà alcuni elementi per la missione. Oltre ai PI provenienti da CU-LASP, l’università offrirà operazioni scientifiche e costruirà strumenti. La Lockheed Martin di Littleton, Colorado, costruirà la navicella sulla base di disegni dal NASA’s Mars Reconnaissance Orbiter e le missioni Mars Odyssey.
L’Università della California-Berkeley Space Sciences Laboratory costruirà strumenti per la missione.
Il NASA Jet Propulsion Laboratory di Pasadena, in California, fornirà il supporto di navigazione, il Deep Space Network, l’hardware di telecomunicazione Electra e le operazioni relative.

.

Traduzione a cura di Arthur McPaul

Link
“http://www.sciencedaily.com/releases/2010/10/101005170515.htm”
<a

Annunci
Posted in: Marte Mars
Be the first to start a conversation

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...