NEOWISE: inizia l’ultima missione di WISE

Posted on ottobre 6, 2010

0



</div

Dopo aver completato la missione di mappare il cielo ai raggi infrarossi, il NASA’s Wide-field Infrared Survey Explorer, o WISE, ha raggiunto la fine prevista del suo approvvigionamento di liquido refrigerante.
Anche se WISE è adesso operarivo “a caldo”, la NASA ha deciso di prolungare la missione concentrandosi sui nostri vicini più prossimi, gli asteroidi e le comete del nostro Sistema Solare.

“Due dei nostri quattro rilevatori a infrarossi continuano a funzionare anche a temperature più elevate, in modo che possiamo usare quelle bande per continuare la nostra ricerca di asteroidi e comete” ha detto Amy Mainzer del NASA Jet Propulsion Laboratory.
Mainzer è il ricercatore principale della nuova fase della missione, ora conosciuto come “Missione Post-criogenica detta anche NEOWISE”.

Il nome ingloba anche la sigla NEO, che sta per Near Earth Object, che denomina tutti quegli oggetti come asteroidi o comete che passano vicino alla Terra in orbite spesso mutevoli e che potrebbero rappresentare un pericolo.
Per cryogenico si intende un liquido refrigerante usato per il finzionamento dei rivelatori più sensibili. Nel caso di WISE, era idrogeno congelato.

WISE come ormai sappiamo, è stato lanciato il 14 dicembre 2009, dalla Vandenberg Air Force Station in California a bordo di un veicolo di lancio Delta II. I suoi 40 centimetri (16 pollici) di telescopio a infrarossi hanno scansionato i cieli da un’orbita terrestre che attraversa i poli.
Ha già inviato più di 1,8 milioni di immagini su quattro lunghezze d’onda infrarosse. Attualmente, l’indagine ha coperto il cielo per una volta e mezza, producendo un vasto catalogo contenente centinaia di milioni di oggetti, dagli asteroidi vicini alla Terra alle “nane brune”, galassie e nebulose.

Ad oggi, WISE ha scoperto 19 comete e più di 33.500 nuovi asteroidi, di cui 120 oggetti vicini alla Terra. Altre scoperte riguardanti oggetti di fuori del nostro Sistema Solare, come le nane brune e le galassie luminose, sono attese nei prossimi mesi.

“I dati scientifici raccolti da WISE saranno utilizzati dalla comunità scientifica per decenni”, ha detto Bajpayee Jaya, del programma WISE della divisione di astrofisica al NASA Science Mission Directorate, presso la sede dell’agenzia a Washington.
“Sarà anche una mappa del cielo per il futuro, per gli osservatori della NASA come il James Webb Space Telescope”.

La missione NEOWISE è progettata per completare l’indagine del Sistema Solare e per finire la seconda indagine del resto del cielo alla sua nuova temperatura più calda di circa meno 203 gradi Celsius (meno 334 gradi Fahrenheit), utilizzando il livello minimo a due lunghezze d’onda. L’estensione dell’indagine durerà da 1 a 4 mesi, a seconda dei primi risultati.

NEOWISE terrà inoltre osserverà altri obiettivi, come la nane brune più vicine al Sole. Inoltre, i dati dal cielo della seconda scansione permetteranno di individuare gli oggetti che si sono spostati nel cielo, al momento che sono stati rilevati da WISE. Questo permetterà agli astronomi di raccogliere le informazioni circa le nane brune più vicine al nostro Sole.

Il team scientifico di WISE ora sta analizzando milioni di oggetti nelle immagini acquisite, tra cui molte mai viste prima. Un primo gruppo di dati WISE, che coprono più della metà del cielo, verrà rilasciato alla comunità astronomica nella primavera del 2011, mentre il resto a seguire circa un anno dopo.

“WISE ha fornito una guida per l’Universo con migliaia di obiettivi di valore con un telescopio di grandi dimensioni”, ha detto Edward (Ned) Wright, investigatore principale WISE da UCLA. “Stiamo lavorando per cercare di capire quanto lontano siano le nane brune”.

LA COMETA HARTLEY
L’immagine di apertura scattata da WISE riprende la cometa Hartley 2, meta di destinazione per la missione EPOXI della NASA.

La cometa, conosciuta ufficialmente come 103P/Hartley, fu scoperta nel 1986 da Malcolm Hartley in Siding Spring, Australia.
La cometa orbita intorno al Sole ogni 6,46 anni, il suo approccio più vicino chiamato perielio, avverrà il 28 ottobre 2011 e sara raggiunta da EPOXI il 4 novembre.

Le osservazioni di WISE stanno aiutando la squadra di EPOXI ad avere un quadro più completo del comportamento della cometa nel tempo. Questa immagine, ripresa il 10 maggio 2010, fornisce l’aspetto più ampio alla coda polverosa della cometa. L’estensione del percorso visto in questa prospettiva, dietro la cometa, è di 1,8 milioni di chilometri, o 1.1 milioni di miglia.

La visione infrarossa di WISE lo rende adatto a studiare la gamma ridotta delle particelle di polvere e la coda della cometa, visto qui come una striscia morbida a destra della cometa e per la misurazione del nucleo e dellaa velocità di rotazione.

La cometa Hartley 2 è di circa 1,2 chilometri di diametro, e al momento della foto era a sole 2,3 unità astronomiche dal Sole.
uando EPOXI raggiungerà la cometa il 4 novembre, sarà a quasi 1,1 unità astronomiche dal Sole, e solo a 0,15 unità astronomiche dalla Terra.

Lo sfondo sfocato in questa foto è rumore, soprattutto dalla polvere del nostro Sistema Solare. Le stelle non si vedono perché si sono state sottratte durante il processo di imaging.

Una galleria di immagini WISE è disponibile all’indirizzo: http://www.nasa.gov/mission_pages/WISE/multimedia/gallery/gallery-index.html.

.

Traduzione a cura di Arthur McPaul

Link
“http://www.nasa.gov/mission_pages/WISE/news/wise20101004.html”
<a

Annunci
Be the first to start a conversation

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...